Cerca nel sito

La "Rode" nasce ufficialmente nel 1952, la prima fattura è del 1/12/1953, ma la sua storia parte da lontano. Il fondatore Rizzieri Rodeghiero nasce il 5 dicembre 1919 in Asiago e negli anni della sua adolescenza gli inverni erano quelli veri con temperature, che oggi molti definirebbero polari, veramente rigide da ottobre a marzo. Le nevicate quasi sempre abbondanti costringevano tanti a restare in casa ma se il tuo temperamento era quello di non star mai fermo allora, fatti i compiti - pochi - che ti dava il maestro, si stava all'aperto. A far cosa? La fortuna di avere in casa un paio di sci fatti dal falegname del paese ha fatto il resto. Dalle prime camminate con gli sci attorno a casa alle passeggiate e corse sulle colline della contrada, dalle prime sfide con qualche amico alle prime gare in paese cresce la passione per questo sport. E di pari passo quella di provare intrugli da mettere sotto agli sci per farli scivolare, soprattutto, visto che la neve tendeva ad attaccarsi al legno non trattato, a fare "zoccolo" come si suol dire. Poi arrivarono i primi sci con la soletta laccata e il problema si ribalta: bisogna trovare qualcosa da mettere sotto per non scivolare in salita. E così si torna sui pentolini in cucina a provare, provare e riprovare la miscela di cera d'api, resina di pino, catrame e chissà cosa altro. Finite le scuole a 15 anni comincia il lavoro di boscaiolo che lo impegna gran parte dell'anno ma la sera nonostante la stanchezza trova il tempo di studiare sui libri di chimica del farmacista. Durante l'inverno l'attività si ferma così riprende a fare l'alchimista in cucina e poi prova le sue miscele sugli sci. Nel frattempo crescono anche i risultati sportivi, si mette in luce nelle prime gare nazionali e nel 1939, vince a Dobbiaco la prima gara importante, alla quale poi ne fanno seguito innumerevoli altre, sia a livello nazionale che internazionale. Negli anni tra il 1946 e il 1951 vince 7 titoli italiani, nella 18 e 50 chilometri di fondo e nella combinata nordica. Partecipa alle Olimpiadi di St. Moritz nel 1948, ma la sua condizione fisica non è delle migliori, malgrado l'influenza prende il via alla gara individuale e si piazza al 14° posto. Va meglio nella staffetta in cui fa segnare il 3° miglior tempo di frazione. L'attività agonistica gli permette di conoscere molti atleti anche stranieri ai quali fa provare i suoi miscugli e nel giro di qualche anno comincia a rifornirli. Le richieste crescono sempre più quindi fonda la "Rode", dal soprannome con cui tutti lo conoscono in paese. Dal 1952, dopo le Olimpiadi di Oslo, assume l'incarico di allenatore e tecnico federale del fondo e prepara, soprattutto a livello tecnico, la forte squadra di allora. Nel 1964 alle Olimpiade di Grenoble è "RODE" stesso con la sua sciolina a preparare gli sci a Franco Nones vincitore della medaglia d'oro. Lascia il suo incarico di tecnico della nazionale nel 1972 quando il lavoro in azienda non gli consente più di svolgerlo con il consueto impegno. La Rode nel giro di pochi anni raggiunge i massimi livelli mondiali. Da allora la continua elaborazione di nuovi prodotti di altissima qualità per lo sci di fondo ha portato le linee STICK e KLISTER a un livello così alto che i concorrenti hanno più volte provato ad imitarle. Ancora oggi, non c'è gara nazionale o internazionale in cui questi prodotti non vengano usati con successo. Dagli anni 90 inizia la produzione delle prime cere al fluoro che tengono banco per un quarto di secolo Nel 2020 la rivoluzione del mondo della chimica del fluoro, la lotta all'inquinamento e l'aspirazione verso un mondo "Eco-sostenibile" sta aprendo nuovi orizzonti…. Rode saprà adattarsi con l'elaborazione di nuovi prodotti di altissima qualità per permettere a tutti di ottenere risultati di rilievo come succede ormai da 70 anni.

ItalianoEnglish
Area riservata
Carrello

Il carrello è vuoto

Point
Ready Pro ecommerce